RSS

Everythings but not the banks

03 Ott

http://www.youtube.com/watch?v=eXnSXhJc_KA

Everythings but not the banks potrebbe essere il titolo di un film del 2030 che racconterà come nel 2008-2011 molti paesi europei, e l’italia più degli altri, si arrovellarono alla ricerca di una soluzione ad una crisi che ogni giorno si faceva più drammatica. Ma siccome, senza averlo mai esplicitamente detto, avevano deciso che qualsiasi soluzione non avrebbe mai e poi mai dovuto toccare il potere delle banche, lasciarono trascorrere anni preziosi per poi rendersi conto che non si può pretendere che a risolvere il problema siano gli stessi che l’hanno creato.

Ma noi siamo ancora nel 2011, ed il PD e lo stesso Vendola ci dicono che l’uomo forte del futuro sarà Profumo ex AD di Unicredit, perché “purtroppo” Draghi, il papa nero, già lo abbiamo regalato alla BCE.

Tutta la sfida tra gli attuali attori della politica italiana è tra chi promette più tagli al welfare, più svendita di patrimonio pubblico, più tagli alla politica, più tasse…

La sfida si gioca su minime sfumature (un po meno tagli al sociale ma più tasse, ecc.).Tutto, purché non si tocchino le banche.

Puoi scaricare  in allegato l’articolo che ho scritto per il seminario del 24 settembre 2011 a Milano. Mi scuso in anticipo se molte affermazioni potranno sembrare gratuite o non ben argomentate. Ci vorrebbero centinaia di pagine e molte ore. E non so se ne avresti la pazienza. Soprattutto occorre il convergere di molte intelligenze. Occorre che si cominci perlomeno a parlarne.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 ottobre 2011 in Uncategorized

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: