RSS

Irlanda e debito estero: una lezione che riguarda anche noi

17 Dic

Propongo una articolo di A. Bagnai apparso la http://www.lavoce.info il 17/12/2010 sulle cause della crisi in Irlanda. Fondamentale concentrare l’attenzione sui flussi di capitale e sul debito privato estero. Se ne trae come prima conseguenza che la flessibilità dei cambi è necessaria per contrastare il fenomeno. La seconda conseguenza è che ogni paese dovrebbe poter “creare” al proprio interno i capitali necessari per gli investimenti. In questo senso la via di un equilibrato indebitamento pubblico non è poi così malvagia (sempre che non si disperda in consumi improduttivi). Il punto centrale sta dunque nella capacità di ciascun paese (o aggregazione di paesi) nel “governare” i flussi di capitale da e verso l’estero, recuperando sovranità monetaria. Da oltre 20 anniWTOFMI e Banca Mondiale predicano e praticano l’esatto contrario. E’ giunta l’ora di mettere in discussione i sacri dogmi della globalizzazione. Sapendo che per contrastare il dollaro occorre una controparte forte. L’Euro poteva e potrebbe esserlo, ma la politica europea non ne è stata sinora all’altezza.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 dicembre 2010 in Uncategorized

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: